ANNULLATO OMAGGIO A GIULIO GIORELLO: "Una vita per la curiositas"

01 Novembre 2020 - ore 18:30
Villa Olmo

ANNULLATO! “Una vita per la curiositas” è il momento che Parolario, in collaborazione con Fondazione Alessandro Volta e DISAT dell’Università dell’Insubria, ha deciso di dedicare al filosofo Giulio Giorello, recentemente scomparso. L’omaggio al filosofo, introdotto e moderato da Ugo Moschella, avviene in occasione della pubblicazione di “Il bene e il male, Dio, Arte, Scienza” (La Nave di Teseo, 2020), volume scritto con Vittorio Sgarbi, anch’egli presente con Elisabetta Sgarbi, Luca Levrini, Edoardo Boncinelli, Nuccio Ordine e Roberta Pelachin Giorello. Nel volume, in un confronto laico, ribelle e sorprendente, Giorello e Sgarbi, confrontandosi con il mistero di Dio, non trascurano i temi etici più attuali: il rapporto tra scienza e Stato, tra medicina, corpo e anima, l’eutanasia, i dogmi della politica e i pericoli di una democrazia affidata ai social, il valore della verità nell’arte e nella scienza. E, insieme, danno vita a uno straordinario esercizio di spirito critico, nel nome della bellezza e della libertà di pensiero. 
 

GIULIO GIORELLO
È stato un filosofo, matematico ed epistemologo italiano. Si è laureato in filosofia nel 1968 (sotto la guida di Ludovico Geymonat) e in matematica nel 1971 all’Università di Milano. Per molti anni ha insegnato Filosofia della scienza all’Università di Milano, è stato presidente della SILFS (Società italiana di logica e filosofia della scienza). Ha scritto moltissimi saggi, tra i più recenti ricordiamo “La libertà e i suoi vincoli” (Castelvecchi, 2017), “L’etica del ribelle” (Laterza, 2017), “La danza della parola. L’ironia come arma civile per combattere schemi e dogmatismi” (Mondadori, 2019) e “L’incanto e il disinganno: Leopardi. Poeta, filosofo, scienziato” (con Edoardo Boncinelli – Guanda, 2016). 

 

Saluto di Luca Levrini e Elisabetta Sgarbi, introduce e modera Ugo Moschella. Intervengono Edoardo Boncinelli, Nuccio Ordine, Vittorio Sgarbi. Conclude Roberta Pelachin Giorello. In occasione della pubblicazione di "Il bene e il male, Dio, Arte, Scienza". 
In collaborazione con Fondazione Alessandro Volta e DISAT dell’Università dell’Insubria. 
 


torna a Programma 2020