FRATUS TIZIANO

È un poeta e scrittore italiano. Nasce a Bergamo e cresce fra Lombardia e Piemonte. Negli anni degli studi universitari inizia a frequentare il teatro e cura i suoi primi libri per la casa editrice Editoria & Spettacolo. Durante un viaggio in California incontra le sequoie millenarie e conia il concetto di Homo Radix, dal quale conseguono la pratica dell’Alberografia e la disciplina della Dendrosofia che ridefiniscono la propria esistenza. Conduce una pratica quotidiana di meditazione in natura e lavora alla scrittura di una serie di volumi, personali fotografiche, nonché alla rubrica “Il cercatore di alberi” che tiene dal 2012 sulle pagine del quotidiano La Stampa. Ha pubblicato numerose opere fra le quali: “Manuale del perfetto cercatore d’alberi” (Feltrinelli, 2013), “Ogni albero è un poeta” (Mondadori, 2015), “L’Italia è un bosco” (Laterza, 2014), “Il libro delle foreste scolpite” (Laterza, 2015), “Il bosco è un mondo” (Einaudi, 2018), “I giganti silenziosi” (Bompiani, 2017) e “Giona delle sequoie” (Bompiani, 2019). Per il suo percorso editoriale ha ricevuto nel 2012 a Pistoia presso Piante Mati il Premio speciale Ceppo Natura, nel 2015 a Torino il Premio La Ghianda del Festival Cinemambiente, dedicato alla scrittura ambientale. 


torna a Ospiti 2020