Massimo Fini "Storia reazionaria del calcio"

27 Giugno 2019 - ore 19:30
Villa Olmo

Massimo Fini, attraverso il volume “Storia reazionaria del calcio” (Marsilio, 2019), darà una lettura particolare al calcio: esso sarà considerato lo specchio della società, ma anche dei suoi cambiamenti, delle sue trasformazioni, della sua evoluzione o involuzione.
C’è un’enorme differenza fra come si intendeva il calcio, sia in senso tecnico che, soprattutto, sociale, nei più semplici e naïf anni Sessanta e come lo si vive oggi che sul campo hanno fatto irruzione l’Economia e la Tecnologia (televisione, moviola, Var), le divinità dominanti della nostra società a cui tutto, a cominciare dall’uomo, viene dato in sacrificio. 
Nel libro Fini prosegue, coadiuvato da Giancarlo Padovan, noto giornalista sportivo, il suo filone antimodernista ed è perciò un completamento della “Modernità di un antimoderno” pubblicato da Marsilio nel 2016. Naturalmente questo discorso sostanzialmente filosofico passa qui anche per il racconto di partite, di gol, di azioni spettacolari, di giocatori, di uomini, di emozioni e di sentimenti, vissuti sul campo e fuori dal campo.

 

Massimo Fini dialoga con Diego Minonzio.
In collaborazione con Premio Antonio Fogazzaro.


torna a Programma 2019