Marco Malvaldi "Le due teste del tiranno. Metodi matematici per la libertà"

15 Giugno 2017 - ore 18:30
Villa Olmo

 La matematica è rivoluzionaria. Attinge alla dimensione della libertà umana per creare mondi diversi e opposti, negando un codice già affermato per strutturarne liberamente un altro. Affermazioni matematiche all’apparenza inutili o sbagliate preannunciano quasi sempre vere e proprie rivoluzioni del pensiero. Il teorema di Bayes, per esempio, da puro gioco intellettuale è diventato un pilastro della diagnostica medica, della scienza forense, delle neuroscienze e nelle ricerche sull’intelligenza artificiale.
In un viaggio che dai filosofi greci conduce alla Ultimate Machine di Claude Shannon, nel libro "Le due teste del tiranno. Metodi matematici per la libertà" (Rizzoli, 2017) Marco Malvaldi mostra che la matematica è rivoluzionaria anche in un modo più profondo: mette in grado di capire il mondo e di partecipare alla costruzione della società; di sconfiggere il tiranno, quello vero, ma soprattutto quello generato dal nostro stesso pensiero. Tutti possiamo intervenire, decidere se un ragionamento è corretto o meno, e tutti possiamo accedere agli assiomi iniziali e alle regole usate per svilupparli.
Nel mondo fantastico dei numeri e dei teoremi non ci sono limiti all’immaginazione e in questo esercizio di fantasia siamo tutti liberi e tutti uguali. Non c’è nulla di controverso.

 

Marco Malvaldi dialoga con Sara Cerrato.


torna a Programma 2017