Cinema" Spider"

16 Giugno 2017 - ore 22:00
Villa Olmo

Spider (Canada / Usa, 2002, 98 minuti)

Regia: David Cronenberg

Con Ralph Fiennes, Miranda Richardson, John Neville, Gabriel Byrne e Lynn Redgrave

 

 

Tratto dal romanzo di Patrick Mc Grath, il film racconta di un uomo molto malato - il termine esatto è schizofrenia paranoica - che, ospitato in un'orrenda pensione insieme ad altri relitti, ricorda la sua vita. Il nodo di tutto il disastro sembra risalire al padre che, abbandonata la madre, si era messo con una puttana, ignorando completamente il figlio. La chiave psichica iniziale, cioè infantile, provoca deliri perenni al poveretto. Davvero una sorta di horror interno, perfettamente nelle corde del regista. Magnificamente servito dal protagonista Fiennes e da Miranda Richardson, che dà corpo e volto a entrambe le donne della tragedia.
“Spider” è stato presentato a Cannes nel 2002.

 

 

David Cronenberg 
Regista e sceneggiatore cinematografico, le sue inquietanti pellicole esplorano diversi tipi di incubi, colpendo gli spettatori con uno stile visuale del tutto personale. Inizialmente David Cronenberg si dedica agli studi letterari e alla fotografia prima di debuttare come regista in alcuni cortometraggi (ad esempio "Transfer" del 1966). Dal 1976 si afferma come uno dei più grandi maestri del cinema fantastico contemporaneo.

Nel 1975 realizza "Il demone sotto la pelle", mentre l'anno successivo è la volta di "Rabid ­ Sete di sangue". Tema fondamentale della quasi totalità dei film di Cronenberg è l'ossessione per la "mutazione del corpo". Il suo è un cinema "difficile, colmo di violenza e di orrori". Tra gli altri suoi film, "Brood, la covata malefica" (1979); "Scanners" (1980); "La zona morta" (1983); "Videodrome" (1983); "La mosca" (1986); "Inseparabili" (1988); "Il pasto nudo" (1991).

Tra i suoi ultimi lavori: "eXistenZ" (1999), "Spider" (2002), "A history of violence" (2005), "Eastern Promises" (La promessa dell’assassino, 2007).


torna a Programma 2017