Lorenzo Morandotti "Crani e topi"

30 Agosto 2014 - ore 16:00
Villa Gallia

Torna alla prosa e presenta in anteprima nazionale a Parolario il suo ultimo libro "Crani e topi" (Ars Amandi, 2014).
Epitaffi senza cadavere. Esercizi di funambolismo tra umor nero e paradosso. Variazioni sui temi del corpo, pensieri sulla vanità dell’universo. Schegge di racconti, sguardi fantasma in cui l’umanità si rivela al tempo stesso dominio e prigione, grazia ed errore biologico, ma dove solo la materia è predestinata ad essere eterna. Una scrittura in cui ci si può specchiare, se si frequentano maestri come Thomas Bernhard, E.M. Cioran e Guido Ceronetti. E poi voci corrose dalla nebbia ma compatte come marmo levigato. Figure barocche appena accennate, che prendono vita e forma da una parola concisa e perfetta. Immagini di abbandono smarrito, riverberi di un mondo su cui il dubbio è sospeso. Piccole follie, banalità quotidiane. Lampi di luce che, attraverso un bicchiere di veleno, si proiettano sull’esperienza consegnandosi alla pagina con aristocratico pudore. 

Lorenzo Morandotti dialoga con Giovanni Cocco.


torna a Programma