Giuliana Petazzi Baccaglini, Elisabetta Broli, Mario Di Salvo e Paolo Veronesi "Mille scudi e cento rane"

06 Settembre 2014 - ore 18:30
Villa Sucota - Fondazione Antonio Ratti

Giuliana Petazzi Baccaglini, Elisabetta Broli, Mario Di Salvo e Paolo Veronesi presentano "Mille scudi e cento rane" (Ibis, 2014), libro postumo dell’avvocato e scrittore comasco Manlio Baccaglini, venuto a mancare lo scorso anno.
Il libro racconta la figura dello scienziato comasco Alessandro Volta attraverso una storia d’amore contrastata che diventa anche la via per descrivere un’intera epoca, l’età dei lumi, e la cultura scientifica di cui Volta è uno dei massimi rappresentanti in Europa. 
Tra il famoso e stimato professore dell’Università di Pavia e la giovane cantante Marianna sboccia un improvviso e imprevedibile amore, ma si tratta di una passione che scandalizza e che non può assolutamente concludersi con un matrimonio: la giovane ha un passato tempestoso e svolge una professione che non si addice alla consorte di un professore di una delle più prestigiose università del tempo, di uno scienziato già famoso in Europa. 
Così per scongiurare il matrimonio e interrompere questo legame che suscita scandalo, si muove la famiglia Volta ma si muovono soprattutto le autorità accademiche dell’Università e perfino il plenipotenziario dell’Imperatore d’Austria. 

Manlio Baccaglini, recentemente scomparso, ha vissuto a Como. Avvocato, si è interessato d’arte primaria e d’archeologia. Ha partecipato a numerose missioni nel Mediterraneo e soprattutto in Africa, dalle quali ha tratto spunto per scrivere, tra l’altro, “Mali, Etiopia. Appunti di un viaggiatore” (New Press, 1997), “Il signore delle sorgenti” (Archinto, 2002), “Viaggi d’Etiopia” (New Press, 2004), che comprende la prima traduzione italiana del viaggio di Charles J. Poncet in Etiopia nel 1698. Per Ibis, ha pubblicato “Ritratto segreto” (2006) e “Pietre d’Abissinia” (2009).


torna a Programma