Cinema: "Slow Food Story"

31 Agosto 2014 - ore 22:00
Villa Gallia

Slow Food Story (Ita, 2013, 74’, col.)
Regia di Stefano Sardo. Con Carlo Petrini. 

Nel 1986 in Italia, Carlo Petrini, detto Carlìn, fonda l’associazione gastronomica ArciGola, e tre anni dopo lancia a Parigi lo Slow Food, un movimento internazionale che nasce come resistenza al fast food. Senza mai lasciare Bra, la sua cittadina di 27mila abitanti, Petrini crea un movimento che oggi esiste in 150 paesi e che trasforma per sempre la gastronomia.
“Slow Food Story”, documentario di Stefano Sardo, è la storia di un gruppo di amici di provincia: una storia di bischerate, di passioni politiche, di ristoranti, di riti contadini riesumati, di vino e di viaggi, di scommesse vinte o perse ma vissute sempre con la stessa inaffondabile, burbera, ironia. Una storia che ci dimostra come anche le più importanti avventure culturali possano nascere da un approccio divertito alla vita. “Slow Food Story” è la piccola storia di poche persone e della loro grande scommessa culturale, ma lascia intravedere dietro di sé il grande disegno dei cambiamenti del sistema cibo negli ultimi sessant’anni: quelle dinamiche globali dell’agroalimentare che sono tra i temi ambientali più scottanti del nostro tempo. 

Stefano Sardo nasce nel 1972 a Bra, la piccola capitale di Slow Food: il padre, Piero, è tra i fondatori del movimento. Stefano lavora per Slow Food nel 2000 e 2001 occupandosi della creazione del sito internet, dopodiché si trasferisce a Roma dove inizia la carriera come sceneggiatore. È autore di soggetti e sceneggiature per il cinema: ha firmato il copione de “La Doppia Ora” di Giuseppe Capotondi, selezionato in numerosi festival e premiato alla 66ª Mostra del cinema di Venezia; “Tatanka”, di Giuseppe Gagliardi, ispirato a un racconto di Saviano, con il quale ha vinto il Best artistic contribution al Festival des Films du Monde di Montréal 2011, e “Workers”, commedia a episodi per la regia di Lorenzo Vignolo (di cui ha composto anche la colonna sonora). Firma inoltre soggetti e sceneggiature per numerose serie TV italiane tra cui l’adattamento di “In Treatment” e “1992”, per SKY Italia. Nel 2006 ha diretto il cortometraggio “Il senso della vita” e nel 2009 ha sceneggiato “Come si deve”, corto di Davide Minnella. Esperto di cinema e cibo, ha fondato nel 2002 la rassegna Slow Food on Film che diventa un festival internazionale a Bologna nel biennio 2008-2009. Dal 1996 è direttore del festival internazionale di cortometraggi Corto in Bra, di cui è anche fondatore. Autore di numerosi racconti, ha pubblicato anche un romanzo, “L’America delle Kessler” (ed. Arcana, 2002). Stefano Sardo è anche il leader dei Mambassa, band rock con cinque album all’attivo.


torna a Programma