Cinema: "Il cielo in me. Vita irrimediabile di una poetessa. Antonia Pozzi (1912-1938)"

03 Settembre 2014 - ore 22:00
Villa Gallia

Il cielo in me. Vita irrimediabile di una poetessa - Antonia Pozzi (1912-1938) (Ita, 2014, 67′, col.)
Regia di Sabrina Bonaiti e Marco Ongania. Con Erika Redaelli e Isabella Di Giuda. 

“Il cielo in me. Vita irrimediabile di una poetessa. Antonia Pozzi (1912-1938)”, per la regia di Sabrina Bonaiti e Marco Ongania, prodotto da Emofilm in collaborazione con Acel Service e Comune di Pasturo, è il secondo film dedicato alla poetessa e fotografa milanese. Se “Poesia che mi guardi” di Marina Spada si concentra sul senso e il ruolo – allora come oggi – della poesia, “Il cielo in me” di Bonaiti e Ongania va incontro a tappe cruciali della vita di Antonia. E lo fa passando da dentro, dal suo complesso e tormentato mondo interiore. Con immagini, metafore e tocchi leggeri che nulla tolgono alla profondità della giovane donna, alla sua ricerca a tutto tondo di autenticità, senso e amore. Di poesia, in versi e click fotografici, anche e forse tanto più a fronte della cognizione e del peso del dolore e delle sofferenze umane. Ne “Il cielo in me” c’è tutto lo scorrere del cielo pozziano, dalle nuvole ai temporali al sole. Un cielo sopra la terra: quella su cui corre con le braccine in volo Antonia bambina, quella in cui s’incanta, s’innamora e confonde, sino al gesto estremo, Antonia ragazza.

Sabrina Bonaiti e Marco Ongania dialogano con Pietro Berra.


torna a Programma