Borsellino Patrizia

Laureata in Filosofia presso l’Università degli Studi di Milano e in Giurisprudenza presso l’Università degli Studi di Pavia, è professore ordinario di Filosofia del diritto alla Facoltà di Giurisprudenza dell’Università degli Studi di Milano-Bicocca, dove tiene anche l’insegnamento di bioetica.
Collabora con il Centro studi per l'etica pubblica e la bioetica «Politeia». Svolge attività di docenza in materia etico-giuridica presso la S.I.M.P.A (Scuola italiana di medicina palliativa). Ha partecipato, come esperto, alle audizioni svoltesi in Commissione Igiene e Sanità del Senato nelle XIV e nella XV legislatura, in previsione dell’emanazione di una disciplina legislativa in materia di testamento biologico. 
Ha affrontato, in numerosi studi e saggi, i temi centrali della riflessione filosofico-morale e filosofico-giuridica, con particolare attenzione ai problemi della razionalità dell’etica e del rapporto tra diritto e morale.  Agli studi di teoria del diritto ha affiancato, a partire dagli anni Novanta, l’approfondimento teorico delle questioni rientranti nell’ambito della bioetica. Tra le moltissime pubblicazioni su temi bioetici, il volume “Bioetica tra autonomia e diritto” (Zadig, 1999) e il recente “Bioetica tra “morali” e diritto” (Raffaello Cortina, 2009). 


torna a Ospiti 2014