CAMINADA GIULIA

Nasce nel 1969 nell’entroterra del Lago di Como e si laurea in Lettere all'Università Statale di Milano. Dedica la sua vita alla famiglia, all’insegnamento e alla ricerca socio-antropologica applicata alle tradizioni del focolare prealpino: numerose sono le ricerche linguistiche ed etnografiche svolte sul territorio lariano. Si affaccia alla fotografia da autodidatta. La passione per la poetica dei paesaggi, i reportage e la ritrattistica fanno sì che negli ultimi decenni la fotografia sia per lei strumento di ricerca, documentazione, comunicazione e arte. Negli ultimi anni frequenta a Milano workshop dei maestri della fotografia Maria Vittoria Backhaus e Giovanni Gastel. Nel 2016 espone nella sala consiliare del comune di Barni la mostra “Un paese in posa”, ritratto fotografico della piccola comunità della Vallassina. Contemporaneamente all’esposizione, quaranta gigantografie sono state allestite per le vie di Barni e tutt’ora costituiscono un museo etno-fotografico volto a riqualificare il vecchio nucleo del paese. Fra le numerose pubblicazioni: “Le terre del Lario e del Ticino dalla parte dei bambini” (Silvana Editoriale, 2001), “Vocabolario del dialetto di Barni” (2007), “Vestiario popolare lariano” (Nodo Libri, 2011), “L’öf del dì de Natàl” (Nodo Libri, 2013), “Ritratto fotografico di una comunità. Un paese in posa” (Silvana Editoriale, 2016). 


torna a Ospiti 2020