Bellosi Cecco

Nato a Isola Comacina (ora Colonno) sul lago di Como, nel 1948. Laureato in filosofia, viene arrestato nel 1980 per attività sovversive. Ha trascorso una decina d’anni nelle galere della Penisola, senza riuscire a perdere il gusto per l’ironia e il disincanto: sul mondo delle carceri speciali ha scritto il testo teatrale “Labirinto” (Spirali). Da oltre vent’anni lavora come coordinatore dell’Associazione Comunità Il Gabbiano per persone con problemi di dipendenza e per minori in difficoltà. Ha scritto “Il paese dei contrabbandieri” (Nodolibri, 2006), dedicato all’avventurosa epopea degli sfrosadori; “Piccoli Gulag” (DeriveApprodi, 2004), sulle insidie delle comunità terapeutiche. Ha scritto il racconto della sua militanza in Potere Operaio, raccolto nel libro “Insurrezione armata” (Rizzoli, 2005), a cura di Aldo Grandi. “Con i piedi nell’acqua”  (Milieu, 2013) è un altro romanzo dell’autore ambientato sul lago di Como.


torna a Ospiti 2018