Stefano Mancuso "Plant revolution"

17 Giugno 2017 - ore 18:15
Villa Olmo

"Plant Revolution. Le piante hanno già inventato il nostro futuro" (Giunti, 2017) è il saggio di Stefano Mancuso, neurobiologo vegetale e scienziato di fama mondiale che ci spiega come, per migliorare la nostra vita, non possiamo fare a meno di ispirarci alle piante. Perché le piante sono organismi sociali sofisticati ed evoluti che offrono la soluzione a molti problemi tecnologici, e sono anche molto più resistenti degli animali.
Le piante hanno straordinarie capacità di adattamento, possono vivere in ambienti estremi, si mimetizzano per sfuggire ai predatori, si muovono senza consumare energia, producono molecole chimiche con cui manipolare il comportamento degli animali (e degli umani) e la loro raffinata rete radicale formata da apici che esplorano l’ambiente può tradursi in concrete applicazioni della robotica.
Vere e proprie reti viventi, le piante sono organismi costruiti su un modello totalmente diverso dal nostro: sono capaci di sopravvivere a eventi catastrofici senza perdere di funzionalità e sono organismi sociali sofisticati ed evoluti molto più resistenti e moderni degli animali. Perfetto connubio tra solidità e flessibilità, hanno straordinarie capacità di adattamento grazie alle quali possono vivere in ambienti estremi assorbendo l’umidità dell’aria, mimetizzarsi per sfuggire ai predatori e muoversi senza consumare energia.
"Plant Revolution" esplora il mondo vegetale per immaginare il futuro dell'umanità e illustra come nel mondo vegetale ci siano già le soluzioni tecnologiche di cui non potremo fare a meno nel nostro futuro.

Dialoga con Vanessa Vaio, esperta di divulgazione scientifica, educazione ambientale ed Heritage Interpretation.


torna a Programma 2017