Filippo Pizzoni "Giardini di saggezza e di bellezza. Viaggio all'Eden e ritorno"

21 Giugno 2017 - ore 20:30
Villa del Grumello

Nell’incontro "Giardini di saggezza e di bellezza. Viaggio all'Eden e ritorno" l’architetto paesaggista Filippo Pizzoni ci porta alla scoperta del libro di Hervé Brunon “Giardini di Saggezza” (DeriveApprodi, 2017) mettendolo  in relazione con “Storia delle terre e dei luoghi leggendari” (Bompiani, 2013) di Umberto Eco, per evidenziare  i riferimenti storico-letterari all'Eden come giardino iconico e primigenio, aspetti che i volumi toccano da punti di vista diversi ma non distanti.

“Giardini di Saggezza” ci racconta il  giardino che è da sempre, e in tutte le culture, luogo privilegiato per la contemplazione, la riflessione, la cura di sé… Luogo di elezione per la teologia, la filosofia e la meditazione. Il volume narra la storia della relazione tra giardino e saggezza in Occidente, dalla Grecia antica alla contemporaneità, dalla tradizione biblica a quella poetica, che ancora oggi si rivela rapporto imprescindibile per la ricerca di una buona vita. Un itinerario singolare tra strutture del giardino e pratiche del pensiero, accompagnati da Epicuro e Platone, Sant’Agostino e Montaigne, Shakespeare e Nietzsche, e dall’insieme della nostra cultura letteraria e filosofica che nel giardino ha le sue radici.

 Con “Storia delle terre e dei luoghi leggendari”, Umberto Eco ci conduce in un viaggio illustrato in terre lontane e sconosciute, facendoci scoprire da chi sono abitate, quali passioni le attraversano, quali eroi le abitano e, soprattutto, quale importanza rivestono per noi. Dai poemi omerici alla fantascienza contemporanea, dai testi sacri ai fumetti, passando per tutti i capisaldi della nostra educazione alla lettura (da "Ventimila leghe sotto i mari" ad "Alice nel paese delle meraviglie", dal "Milione" di Marco Polo a Tolkien), l'umanità ha continuamente inventato terre immaginarie e leggendarie, proiettando lì desideri, sogni, utopie, incubi troppo ingombranti e impegnativi per il nostro limitato mondo reale. 


torna a Programma 2017