Federico Capitoni "In C, opera aperta. Guida al capolavoro di Terry Riley"

19 Giugno 2017 - ore 18:30
Villa Bernasconi

Componendo il brano “In C”, Terry Riley ha scritto – forse involontariamente – il manifesto del minimalismo musicale e, insieme, uno dei più importanti prototipi della musica del secolo scorso. In un solo foglio di carta, con pochissime note, ha proiettato un intero universo spirituale, filosofico e musicale.
Il pezzo “più importante dopo la Sagra della Primavera di Stravinskij”, secondo alcuni, consiste in un gruppo di brevissimi motivi da ripetere a piacimento da un numero imprecisato di musicisti. Nessun tempo stabilito e nessun organico: l’unico obbligo che i musicisti hanno è quello di ascoltarsi.
Il compositore californiano ha così fornito una scatola di Lego con un numero dato di pezzi in grado di realizzare architetture sempre diverse, sempre giuste. Il tutto intorno alla nota – e alla sua relativa scala – che per prima ci viene insegnata: il Do.
Il capolavoro di Terry Riley, analizzato e raccontato nel dettaglio da Federico Capitoni nel libro “In C, opera aperta. Guida al capolavoro di Terry Riley” (Arcana, 2016), è espressione di un’aspirazione democratica che vuole un approccio alla musica semplice, paritario e collettivo: “In C” richiede un contributo che ponga tutti sullo stesso piano e porti allo stesso tempo in campo le più diverse soggettività, mettendo così in crisi la portata univoca di categorie musicali come improvvisazione e scrittura.

 

Federico Capitoni dialoga con Alessio Brunialti.

In collaborazione con Lake Como Festival.


torna a Programma 2017