In mongolfiera sul lago

Lunedì 12 marzo alle 18.30 nel Foyer del Teatro Sociale di Como si terrà “In mongolfiera sul Lago. Incontro con gli autori Paolo Bignami e Carlotta Clerici”, nuovo appuntamento con la rassegna Aspettando Parolario, il percorso di avvicinamento alla nuova edizione del festival letterario e culturale comasco.

Durante l’incontro saranno presentati due libri della collana di Teatro de La Mongolfiera, piccola casa editrice che scova grandi talenti: “Il Paese delle Facce Gonfie – The Land of Swollen Faces” (2017) di Paolo Bignami e “Teatro Intimo” (2017) di Carlotta Clerici.

All’incontro, organizzato da Parolario in collaborazione con Teatro Sociale di Como, sarà presente l'editore Giovanni Spedicati; presenta Chiara Milani.

Sarà questa anche l’occasione per sottoscrivere la card Amici di Parolario 2018, un modo per contribuire a tenere in vita la manifestazione estiva Parolario e tutte le iniziative che l’Associazione Parolario programma nel corso dell'anno. La Card offre ai suoi possessori la possibilità di usufruire di molte e interessanti convenzioni, che vengono costantemente aggiornate sul sitowww.parolario.it.

 

I libri

Il Paese delle facce gonfiedi Paolo Bignami è una narrazione dai toni leggeri. Un uomo racconta un disastro annunciato, un disastro ambientale che avrebbe potuto essere evitato se si fosse dato ascolto a chi aveva a cuore la salute della gente. È un uomo che avrebbe voluto tornare bambino, quando le nuvole gli passavano sopra la testa ed erano desideri che aspettavano di prendere forma. Il bambino ritorna nel linguaggio e nello sguardo ingenuo e dissacrante sugli avvenimenti.
La storia, i luoghi e i personaggi sono di fantasia, ma tornano alla mente i grandi disastri che hanno danneggiato salute e ambiente, a partire dalla nube tossica di Seveso, via via fino ai nostri giorni, a testimoniare che poco si è imparato negli anni.
Il titolo del volume di Carlotta Clerici, “Teatro intimo”, si riferisce al tono comune delle quattro pièces, che approfondiscono i temi centrali nella vita di ciascuno di noi, come l’amore, la passione, il rapporto di coppia, la maternità, la nostalgia dei miti e delle speranze giovanili, la pulsione individuale alla propria libertà. Un teatro solido, ben strutturato, di grande sapienza drammaturgica, nel quale sono centrali i personaggi femminili. Donne in preda agli slanci amorosi – “Alla ricerca dell’amore perduto” potrebbe essere il sottotitolo di questi testi - ma capaci di prendere in mano il proprio destino, indipendenti e forti.

 

Gli autori

Paolo Bignami

Paolo Bignami nasce a Como, dopo il liceo scientifico si laurea in ingegneria al Politecnico di Milano. Si avvicina alla scrittura e al teatro nei primi anni novanta, dedicandosi inizialmente al cabaret.  Frequenta corsi e seminari, tra gli altri con Stefano Benni, Jacopo Fo, Ascanio Celestini, Judith Malina, Eugenio Barba e Jane Wainwright. Si dedica alla scrittura di commedie e narrazioni teatrali e sviluppa il proprio percorso di ricerca drammaturgica affrontando temi legati alla contemporaneità e alla storia recente.
Tra i riconoscimenti ricordiamo il premio Fersen nel 2003 e nel 2012, il premio Aenaria nel 2015 e il premio Dove Come Quando nel 2016. Con “Il paese delle facce gonfie” è secondo al premio Un bagaglio di idee. Vince nel 2017 il Premio Tragos, con segnalazione Vincenzo di Lalla, e il Premio Mario Fratti. Nel novembre 2017 il suo testo “Il viaggio che non ho fatto” è stato rappresentato dalla compagnia KIT al Cherry Lane Theatre di New York.

 

Carlotta Clerici

Carlotta Clerici nasce a Como e dopo una laurea in Storia del Teatro alla Statale di Milano si trasferisce a Parigi dove si dedica alla regia. Nel 2001 scrive – in francese – la sua prima pièce, “La Missione”. Seguono “Il Ritorno”, “Il Grande fiume”, “Non è la fine del mondo” e “Cosa resta di un amore” pubblicati nel volume de La Mongolfiera nella traduzione italiana. Tranne l’ultimo, più recente (2016), tutti i suoi testi sono stati rappresentati a Parigi e pubblicati. “Il Ritorno” è stato allestito anche in Italia nel 2011 dallo Stabile di Bolzano, con la regia di Marco Bernardi, e nominato alle Maschere del Teatro.
Il suo monologo “Ce soir j’ovule” è rimasto in cartellone un anno intero a Parigi (Théâtre des Mathurins, regia di Nadine Trintignant) e è recitato in Italia da Antonella Questa. Il monologo è stato allestito anche in Lussemburgo, e in Libano. Nel 2017 è uscito il suo primo romanzo, “Éloge de la passion”, pubblicato dalle edizioni Denoël.

  

Ingresso libero

  

Per informazioni:

Segreteria organizzativa Ellecistudio

Tel. +39.031.301037 - info@parolario.it 

Facebook: facebook.com/Parolario - Twitter: @Parolario


torna a News